Zakhor I (1997) – Mercanti e banchieri ebrei

Zakhor I (1997) – Mercanti e banchieri ebrei

0,00

Svuota
Il primo numero di Zakhor è dedicato all’attività di mercanti e banchieri ebrei tra il XIII e il XVI secolo. In questo, come nei prossimi numeri, la verifica dello stereotipo applicato alla minoranza non può che mettere in discussione, più o meno esplicitamente, pratiche e quotidianità della maggioranza: la concreta vita economica degli ebrei, le concrete vicende politico-teoriche dei cristiani, concorrono a dissolvere la compattezza di un’immagine – quella dell’ebreo come “tipo” dell’usuraio – ancora radicata e diffusa nell’opinione comune e in molta storiografia, al pari dell’immagine opposta e ad essa complementare – quella del banchiere cristiano come “tipo” dell’operatore economico socialmente utile. Parlare di ebrei, porta a parlare di cristiani: gli uni e gli altri, per Zakhor, italiani perché indistricabilmente connessi gli uni agli altri da vicissitudini italiane.
SOMMARIO:
Mercanti e banchieri ebrei.
G. Todeschini, “Judas mercator pessimus”. Ebrei e simoniaci dall’XI al XIII secolo.
D. Durissini, Credito e presenza ebraica a Trieste (XIV – XV secolo).
M. Botticini, New evidence on Jews in Tuscany, c. 1310-1435: the “Friends & Family” connection again.
A. Toaff, Maestro Laudadio de Blanis e la banca ebraica in Umbria e nel patrimonio di S. Pietro nella prima metà del Cinquecento.
F. Pisa, Attività Bancarie locali nell’Italia dei secoli XIV-XV.
Note e ricerche.
A. di Leone Leoni, Nuove notizie sugli Abravanel.
M. Orfali, Il Danielillo da Livorno: testo e contesto.
R. Di Segni, Le interpretazioni economiche delle leggi alimentari ebraiche nell’esegesi classica e nel dibattito contemporaneo.
Letture e discussioni.
Ebrei a Bologna (L. Steindler).
Architettura e città (D. Calabi).
Dispute ebraico cristiane (G. De Mottoni).
Recensioni.
D. Di Castro (a cura di), Arte ebraica a Roma e nel Lazio (D. Liscia Bemporad), p. 257; A. Esposito, Un’altra Roma. Minoranze nazionali e comunità ebraiche tra Medioevo e rinascimento. (A. Tafuri) p. 259; M. Del Bianco Cotrozzi, Il collegio rabbinco di Padova. Un’istituzione religiosa dell’ebraismo sulla via dell’emancipazione (G. Luzzatto Voghera), p. 261; J. Schatzmiller, Jews Medicine and Medieval Society (A. Veronese) p. 265; A. Biondi e altri, L’inquisizione e gli ebrei in Italia, a cura di M. Luzzati, (C.B. Stuczynski) p. 266; L. Allegra, Identità in bilico. Il ghetto ebraico di Torino nel Settecento (M. Silvera), p. 271.

NOTE
Tra il 1997 e il 2006 “Eurostudio, Roma”, aveva affidato a “La Giuntina, Firenze”, la stampa e la distribuzione in libreria della propria rivista “Zakhor”. Nel sito de “La Giuntina” appaiono ancora i volumi “Zakhor” da I fino a IX.

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

Illustrato

Legatura

SKU: zak1 -

Tag: